Centro diurno Alzheimer “Tempo alle Famiglie”

COS’È IL CENTRO DIURNO ALZHEIMER

Il Centro diurno Alzheimer “Tempo alle Famiglie” si rivolge a persone con diagnosi di demenza, in grado di trarre profitto da un intervento riabilitativo intensivo e limitato nel tempo.

I criteri di eleggibilità per l’accesso al Centro Diurno sono:

  1. Diagnosi di Demenza
  2. Presenza di Disturbi del Comportamento
  3. Esclusione di Patologie Psichiatriche
  4. Deambulazione conservata

Caratteristica peculiare del progetto d’inserimento sarà la presenza di un “potenziale riabilitativo” che possa trarre profitto da un intervento intensivo, che prevede una permanenza temporanea all’interno del Servizio (6-12 mesi) ed un successivo inserimento in altri Servizi. Inoltre qualora la persona presenterà un aggravamento delle sue condizioni di salute, verrà rifatta la valutazione.

COME E QUANDO FARE DOMANDA

Il percorso assistenziale per l’accesso al Servizio prevede le seguenti fasi:

  1. La famiglia prende contatto, presso la sede dei Servizi Sociali del Comune, con l’Assistente Sociale con la quale effettuerà un colloquio. Nel caso l’inserimento in Centro Diurno possa costituire un valido supporto per la famiglia (si specifica che l’utente deve essere in possesso della diagnosi di demenza), l’assistente sociale avvierà la procedura per attivare l’Unità Valutativa Multidimensionale (UVM) la quale ha il compito di valutare la presenza dei criteri di eleggibilità e comunicare ai Servizi Sociali di riferimento il possibile inserimento presso il Centro Diurno
  2. I Servizi Sociali comunicano all’Ente Gestore il nominativo del nuovo inserimento e presentano il caso
  3. L’Ente Gestore contatta la famiglia e si accorda per la data di ingresso
  4. L’Ente Gestore comunica ai Servizi Sociali il nominativo della persona e la data di inizio del percorso al Centro Diurno

ACCOGLIENZA E DEFINIZIONE DEL P.A.I. (PIANO ASSISTENZIALE INDIVIDUALIZZATO)

In fase d’ingresso sia che si tratti di utenti in regime di accreditamento o in regime di libero mercato, il Coordinatore del Servizio contatta il familiare referente e fissa un appuntamento presso il Centro Diurno per un colloquio preliminare all’inserimento. Il colloquio è utile a fornire al familiare tutte le informazioni inerenti il Servizio e la sua organizzazione, a prendere visione degli spazi nonché a stabilire un primo contatto relazionale con gli operatori del Servizio.

Nel corso del primo colloquio si stabiliscono i tempi e le modalità di inserimento dell’utente al Centro che, di norma, prevede la frequenza quotidiana dell’utente per tutta la prima e seconda settimana perché ciò consente all’utente di ambientarsi e all’équipe di avere un congruo periodo di osservazione.

I primi giorni di frequenza rappresentano un periodo di ambientamento per l’utente, per la famiglia e per il Servizio. Ogni nuovo ingresso richiede un lavoro di riorganizzazione da parte dell’équipe, finalizzato ad un’accoglienza quanto più possibile personalizzata. Dopo circa 15 giorni di osservazione, l’equipe, insieme al familiare, effettua un incontro collegiale per la definizione del P.A.I. (Piano Assistenziale Individualizzato). Ciascun operatore riporta le proprie osservazioni, espone le relative valutazioni e contribuisce all’elaborazione del P.A.I. che dovrà prevedere anche i relativi tempi di verifica.

Il P.A.I. sarà integrato da un protocollo di valutazione (che conterrà anche la testistica da somministrare all’utente e al familiare).

I SERVIZI E LE ATTIVITÀ SPECIFICHE

Al Centro Diurno saranno garantiti i seguenti Servizi e attività:

  1. Assistenza tutelare diurna;
  2. Servizio di ristorazione: colazione, pranzo e merenda;

  3. Attività di terapia occupazionale, di stimolazione cognitiva;

  4. Controllo nella gestione e somministrazione dei farmaci;

  5. Attività di valutazione psicologica e cognitiva;

  6. Attività di controllo periodico e gestione dei problemi cognitivi, comportamentali, funzionali e delle patologie intercorrenti;

  7. Attività di sostegno, informazione e formazione ai familiari.

ATTIVITÀ RIVOLTE AL FAMILIARE

Una finalità prioritaria del Centro Diurno è il sostegno del caregiver attraverso un continuativo confronto su approcci e procedure per la realizzazione del progetto di cura. Fra le diverse attività che saranno attivate, sono previsti:

  1. il sostegno psicologico al lavoro di cura e consulenze individuali
  2. informazione specifica sulle possibili opportunità che la Rete dei Servizi offre;
  3. corsi di formazione inerenti tematiche legate alle principali problematiche che si riscontrano nella gestione dell’utente

DOVE SI TROVA

Il Centro diurno “Tempo alle Famiglie” ha la propria sede in Via O. Orazi , 35 Camerino (MC).

Tel:0737.617516 email: sollievo.alzheimer@gmail.com